Perché partecipiamo a un evento pro-terremotati